Un convegno sulla Proteina C


Si parlerà di infezioni gravissime e sepsi al convegno che si svolgerà all'Hotel Carlo Felice di Sassari domani alle ore 14,30.


SASSARI 11 dicembre 2008 – Si apriranno domani pomeriggio (12 dicembre) alle ore 14,30, presso l'Hotel Carlo Felice di Sassari, i lavori del convegno su "Sepsi e coagulazione intravascolare disseminata: la proteina C anticoagulante". L'incontro, che apre una discussione su una nuova terapia nei casi di infezioni gravissime o sepsi, è organizzato dall'Unità operativa di Malattie della coagulazione, centro emofilia e trombosi dell'ospedale civile "SS. Annunziata" di Sassari, che è anche presidio regionale per i difetti ereditari della coagulazione.

Sono numerosi gli interventi e gli argomenti in programma nelle due sessioni previste e nella tavola rotonda che vedranno impegnati esperti sassaresi oltre che del resto d'Italia: una occasione di confronto tra esperienze di varie realtà. A partire dalle ore 15 nella prima sessione si parlerà di "Carenze ereditarie e acquisite della PC" nella relazione di Nicolina Ardu dell'Unità operativa sassarese di Malattie della coagulazione. Sarà quindi la volta di Luisa Fenu (Unità operativa di Malattie della coagulazione) che introdurrà l'argomento "Epidemiologia ed eziologia della sepsi". Armando d'Angelo, dell'Unità operativa della Coagulazione dell'ospedale San Raffaele di Milano, chiuderà la prima sessione con una relazione sul "Ruolo della proteina C nella Cid da sepsi".

La seconda sessione sarà aperta da Marco Piastra della Terapia Intensiva del "Gemelli" di Roma con una relazione dal titolo "Eventi trombotico ischemici nella sepsi-meningite neonatale". Luciana Mameli dell'Unità operativa sassarese di Malattie della coagulazione affronterà il tema "Cid da anticorpo anti proteina S post-varicella". Sarà quindi Franco Mulas dell'Anestesia e rianimazione dell'Azienda ospedaliero universitaria di Sassari a parlare di "Una sepsi meningococcica non meningitica". Giuseppe Profili della Rianimazione del "SS. Annunziata" chiuderà la seconda sessione con la relazione su "Proteina C zimogeno e Proteina C attivata nello shock settico: esperienze a confronto".

Seguirà quindi la tavola rotonda su "Proteina C attivata o proteina C zimogeno: se, quando e perché".