Spresal e Capitaneria di Porto a tutela della sicurezza dei lavoratori


SASSARI, 19 NOVEMBRE 2020 - A partire dai prossimi giorni, tutte le attività marittime e portuali di Porto Torres saranno sottoposte ad un’intensa attività di vigilanza che sarà svolta congiuntamente dalla Capitaneria di Porto di Porto Torres e dallo Spresal (Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro) – Unità di Sassari.

L’iniziativa, alla cui pianificazione hanno presieduto il Comandante Gianluca Oliveti ed il Capo Servizio Sicurezza Matteo Orsolini per la Capitaneria di Porto ed il dott. Pietro Masia e il tecnico della prevenzione Pietro Sechi per lo Spresal, mira a verificare – tra altro - tutte le procedure sulle quali poggiano le modalità di espletamento del servizio e degli incarichi da parte delle diverse categorie interessate e riguarderà i Traghetti, le Unità da pesca, nonché tutti i Cantieri Navali operanti a Porto Torres.

L’attività, che come detto prenderà avvio nei prossimi giorni, è molto articolata, considerata l’ampiezza delle verifiche da effettuare anche se Capitaneria di Porto e Spresal sono fiduciose di poterla portare a termine entro la Primavera del 2021, compatibilmente con le varie misure di prevenzione connesse all’emergenza Covid – 19.

Dal punto di vista operativo non c’è dubbio che quanto Capitaneria di Porto e Spresal si accingono a fare, rappresenti un autentico valore aggiunto nel campo della tutela e della sicurezza sui luoghi di lavoro, anche considerando il fatto che i diretti interessati hanno sottolineato che le attività di controllo, a parte gli inevitabili provvedimenti in caso di eventuali gravi difformità che dovessero emergere, sarà svolta con spirito assolutamente collaborativo con le varie categorie, avrà un preminente carattere preventivo e mira anche – se non soprattutto – a consolidare la cultura della sicurezza e del rispetto delle norme che regolano le attività di pesca e la portualità.

+++Comunicato stampa a cura dell'Ufficio Stampa della Capitaneria di Porto+++