Riunita la Conferenza territoriale socio sanitaria


SASSARI, 1 OTTOBRE - Si è svolta martedì 28 settembre la Conferenza territoriale socio sanitaria convocata dal presidente, il sindaco di Thiesi Gianfranco Soletta, alla presenza del direttore della ASSL Sassari, Flavio Sensi, e delle maggiori organizzazioni sindacali.

Durante l’incontro si è discusso principalmente dello stato della vertenza in corso sulla residenzialità psichiatrica di Rizzeddu e dei rapporti tra i Comuni e la ASSL Sassari rispetto all'emergenza pandemica da Covid-19.

Sul primo punto il direttore della ASSL Sassari ha aggiornato i presenti rispetto l'iter di attivazione di una struttura residenziale psichiatrica all'interno del complesso sanitario di Ploaghe e sulla volontà di ospitare in questa sede i pazienti trasferiti da Rizzeddu verso altre strutture della Regione. Inoltre si è impegnato ad attivare le procedure necessarie, anche attraverso i Dipartimenti ATS competenti, per la pubblicazione del bando di gara che possa dare una soluzione definitiva e stabile al problema, immaginando un’assistenza con diversi livelli di intensità e una diffusione delle strutture nel territorio.

Per una migliore gestione della comunicazione tra la ASSL Sassari e le Amministrazioni Comunali sull'emergenza Covid, il direttore e i sindaci hanno convenuto sull’opportunità di convocare un incontro tra i servizi preposti al contrasto della pandemia e una rappresentanza dei primi cittadini per elaborare un protocollo che regoli i rapporti in modo ancora più efficace.

Infine, alla richiesta di informazioni sulle difficoltà nel trovare, in alcune aree della provincia, dei sostituti nella medicina di base, il direttore Sensi ha preso in carico le segnalazioni giunte dai sindaci con l’auspicio di una rapida attuazione della riforma del sistema sanitario regionale che riporti la gestione della medicina ad un ambito più vicino alle esigenze dei cittadini e dunque dei Comuni.

La Conferenza è stata chiusa dall’intervento del presidente Soletta che ha sottolineato i risultati del proficuo confronto tra tutte le parti coinvolte, confidando in un dialogo ancora più frequente tra gli enti locali e la ASSL Sassari.