Nuova convenzione tra Ats e Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco

La convenzione tra l'Ats Sardegna-Assl Sassari e i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Sassari raggiunge un nuovo e importante risultato che coinvolge da una parte le strutture sanitarie della provincia di Sassari e dall'altra i dipendenti dei Vigili del Fuoco che non saranno più costretti ad andare a Cagliari per sottoporsi ad alcuni controlli medici imposti dalla legge.

Grazie al protocollo firmato nei giorni scorsi, l'Ats-Assl Sassari si occuperà di eseguire gli accertamenti tecnico-sanitari previsti dalle norme di sicurezza dei lavoratori (Testo Unico D.lgs. n.81/2008), al fine di verificare periodicamente l'idoneità e le condizioni di salute di tutto il personale dei Vigili del Fuoco in servizio nelle province di Sassari e Olbia-Tempio.

«Si tratta di un grande segnale interistituzionale – afferma il Comandante del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Sassari, Mario Falbo. Già in passato il Comando aveva cercato di raggiungere un accordo territoriale più vantaggioso. Da oggi, grazie a questa intesa, il nostro personale non sarà più costretto a compiere un lungo tragitto con una forte razionalizzazione delle risorse e con un vantaggio per il cittadino-utente».

Per agevolare il corretto svolgimento delle indagini sanitarie, l'Ats mette a disposizione del corpo dei Vigili diverse figure professionali: medico del lavoro; cardiologo e specialista in medicina dello sport; otorinolaringoiatra; psicologo; oculista; infermieri per prelievi strumentali ed archiviazione dei dati, da effettuarsi in un unico punto accettazione.

«Il Distretto Socio Sanitario di Sassari è lieto di destinare al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco il personale e i mezzi necessari per gli accertamenti medici prescritti dalla normativa - afferma il direttore del Distretto, Nicolò Licheri. Questa convenzione segue l'accordo siglato il mese scorso sulla formazione antincendio e si incardina in un percorso sinergico nato nel rispetto delle rispettive specializzazioni».