Clea: le precisazioni della Direzione ATS

In riferimento agli articoli pubblicati nelle pagine de La Nuova Sardegna, relativamente alla vicenda della ditta CLEA, l'ATS Sardegna – sentiti gli uffici competenti (Servizio Provveditorato e Risorse materiali Assl Nuoro) – al fine di contribuire ad una corretta ed imparziale rappresentazione dei fatti, intende precisare quanto segue:

- la ASSL di Sassari non ha alcun debito nei confronti della ditta Clea;
- un lodo arbitrale nel 2014, richiesto dalla stessa ditta, ha stabilito che l’allora ASL Nuoro sia CREDITRICE nei confronti di CLEA per un totale € 3.270.006,07 oltre interessi dal 2010. Ciò è stato confermato da una recente sentenza esecutiva (n. 362 del 22.09.2017) della Corte d’Appello di Cagliari (Sezione di Sassari). Dunque non può essere rivendicata alcuna spettanza nei confronti dell'ATS/ASSL di Nuoro obbligata, per altro, a recuperare il cospicuo debito accumulato nel corso degli anni con la ex ASL di Nuoro.

In particolare, in attesa di poter attivare un’azione esecutiva, si è reso necessario iniziare il recupero dei crediti attraverso la trattenuta dei crediti CLEA relativi alle prestazioni erogate a favore di ATS/ASSL Nuoro e non ancora liquidate alla data della sentenza di Appello. Trattenute cautelative che, ad oggi, ammontano a circa 500mila euro, e che rappresentano un valore ben inferiore al credito che ATS/ASSL Nuoro vanta verso CLEA.

Si precisa, infine, che il contratto con la ditta CLEA è scaduto e si sta provvedendo a sostituirlo con un altro valido in attesa che la Centrale di Committenza Regionale Sardegna (CAT) provveda ad affidare il servizio di lavaggio e noleggio biancheria ospedaliera.