Diritto al lavoro e esenzione ticket

Collocamento al lavoro disabili: Legge 68/99
Non da diritto a benefici economici ma consente l'iscrizione nell'apposito elenco tenuto presso il Centro per l'impiego della Provincia riservato alle categorie protette e finalizzato a trovare un collocamento lavorativo adeguato alle condizioni di salute del disabile.
Il cittadino che vuole iscriversi alle categorie deve presentare domanda (anche contestualmente all'istanza di invalidità civile) per l'accertamento della disabilità ai sensi della L.68/99.
Hanno diritto all'accertamento le seguenti categorie di soggetti:
categorie (Età 15-64 anni)
• Invalidi civili con percentuale di invalidità superiore a 45%
• Non vedenti con un residuo visivo non superiore a 1/10 in entrambi gli occhi
• Sordi (ex sordomuti)
Ha l'obbligo di iscriversi nelle liste del collocamento protetto anche chi, riconosciuto invalido civile con percentuale pari o superiore al 74% e di età compresa tra i 18 e i 64 anni (59 anni per le donne ), vuole ottenere solamente l'assegno o la pensione mensile di invalidità. Si ricorda che l'erogazione del beneficio economico è comunque vincolata ad un limite di reddito personale stabilito annualmente.

Diritto al lavoro
Per collocamento mirato dei disabili si intende quella serie di strumenti tecnici e di supporto che permettono di valutare adeguatamente le persone con disabilità nelle loro capacità lavorative e di inserirle nel posto adatto, attraverso analisi di posti di lavoro, forme di sostegno, azioni positive e soluzioni dei problemi connessi con gli ambienti, gli strumenti e le relazioni interpersonali sui luoghi quotidiani di lavoro e di relazione.
La ASL assicura il riconoscimento della collocabilità al lavoro dei disabili,ai sensi della Legge 68/99, tramite le apposite Commissioni per l'accertamento delle Disabilità.

I lavoratori già assunti che per infermità o aggravamenti, si trovino in condizione di, temporanea o permanente, difficoltà a svolgere le mansioni o proficuo lavoro, possono chiedere, mediante il datore di lavoro, l'accertamento sanitario da parte del collegio medico dell'ASL, per il riconoscimento della inidoneità alla mansione o a qualsiasi proficuo lavoro

I lavoratori disabili o i lavoratori che assistono parenti e affini affetti da gravi disabilità, possono usufruire di agevolazioni lavorative previste da varie norme e regolamenti.

Esenzione ticket
Per gli invalidi di guerra, gli invalidi civili, del lavoro, per servizio, in forma diversa a seconda della percentuale di invalidità o della categoria sono previste forme di esenzione totale o parziale dal pagamento dei ticket farmaceutici o per prestazioni diagnostiche o di laboratorio.