Certificazioni varie per diritto al voto o altre esenzioni

Secondo la normativa vigente sono da considerarsi "elettori fisicamente impediti", "i ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità".
Le persone con queste disabilità, e non con altre, possono esercitare il diritto di voto con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o di un altro elettore, volontariamente scelto come accompagnatore, purché questi risultino iscritti nelle liste elettorali del Comune.
Qualora la disabilità non sia evidente, oppure non sia nota al presidente di seggio, deve essere richiesto uno specifico certificato rilasciato da medici designati dall'Azienda ULS. Tale documento deve precisare che "l'infermità fisica impedisce all'elettore di esprimere il voto senza l'aiuto di altro elettore". Questi certificati devono essere rilasciati immediatamente, gratuitamente e in esenzione a qualsiasi diritto o applicazione di marche. Il certificato viene poi allegato agli atti della sezione elettorale.
Nel caso dell'elettore cieco può essere esibito, quale documento probatorio, il cosiddetto "libretto di pensione" dal quale si evince la cecità accertata.
È utile precisare che chi necessita di essere accompagnato solo fino alla cabina elettorale, ma poi è in grado di esercitare autonomamente il voto, non occorre che presenti alcun certificato.

I disabili possono ottenere la dispensa dal servizio di leva. Al fine dell'accertamento delle condizioni morbose che danno diritto alla riforma o alla dispensa dal servizio militare di leva, ci si dovrà munire di apposita certificazione rilasciata dal settore medico legale della ASL.

La cintura di sicurezza, dispositivo concepito per ridurre il rischio di lesioni da traffico, fa parte di un sistema integrato che comprende anche il sedile ergonomico e il poggiatesta. Nel caso di incidente stradale, in particolare nel traffico cittadino, la mancata ritenuta della cintura di sicurezza può comportare conseguenze gravi, come lesioni cranio facciali, fratture vertebrali, traumatismi polifratturativi, derivanti dall'urto del capo e del corpo contro le strutture rigide dell'abitacolo.
Le cinture di sicurezza devono essere allacciate sempre, correttamente, dal conducente e dai passeggeri; i passeggeri d'età inferiore ai dodici anni, che abbiano una statura inferiore a 1.50 m, devono essere trattenuti da un sistema di ritenuta adeguato alla loro statura e al loro peso (cuscino).
Tuttavia esistono condizioni morbose particolari che danno diritto all'esonero dell'obbligo di indossare tali cinture, queste (rare) condizioni devono essere valutate e certificate dal Settore Medico Legale della ASL.